home / Archivio / Fascicolo / Il requisito della contestuali nel trasferimento d'azienda ex art. 31 d.lgs. 165/2001: una ..

indietro stampa articolo leggi fascicolo


Il requisito della contestuali nel trasferimento d'azienda ex art. 31 d.lgs. 165/2001: una possibile estensione della fattispecie

Caterina Manolio

L’art. 31 D.Lgs. 165/2001 non trova applicazione in occasione del trasferimento di personale da un’amministrazione pubblica ad una società di diritto privato, quando oggetto del trasferimento non sia l’attiva svolta, bensì il singolo dipendente incaricato della stessa. In tal caso, la fattispecie dev’essere inquadrata nella cessione di contratto di cui all’art. 1406 c.c., per questo necessitante del consenso del lavoratore ceduto. Nell’ambito delle procedure di esternalizzazione di cui all’art. 31 D.Lgs. 165/2001, lo svuotamento sostanziale delle mansioni svolte dal soggetto trasferito presso la società cessionaria determina la dequalificazione professionale del lavoratore ceduto ex art. 52 del D.Lgs. 165/2001 e giustifica il risarcimento in solido dei danni patrimoniali da que­st’ultimo sofferti.   Udita la relazione della causa fatta dal Consigliere Relatore dott.ssa Carla Ponterio sulle conclusioni prese dai procuratori delle parti letti ed esaminati gli atti e documenti del processo, ha così deciso: 1. Il tribunale di Parma in funzione di giudice del lavoro, con sentenza n. 227/15, ha respinto la domanda della ricorrente di: Annullamento/disapplicazione della deliberazione della Giunta Comunale del Comune di Collecchio n.45 del 27.3.12 e di annullamento del contratto di trasferimento all’Azienda Pedemontana Sociale del personale retrocesso al Comune di Collecchio, nella parte in cui i datori di lavoro hanno contrattato la cessione del rapporto di lavoro della ricorrente dal Comune all’Azienda citata, senza il suo consenso ed in luogo dell’assegnazione temporanea di cui all’art. 23 bis D.Lgs. 165/01, come avvenuto per il restante personale ceduto dai comuni, in violazione degli artt. 107 D.Lgs. 267/00, 4, 5 e 31 D.Lgs. 165/01, 1406 c.c., mediante adozione di una pronuncia costitutiva ai sensi dell’art. 63 D.Lgs. 165/01; Accertamento del diritto della ricorrente alla reintegra presso il Comune di Collecchio e all’eventuale suo passaggio all’Azienda Speciale Pedemontana in assegnazione temporanea ex art. 23 bis del D.Lgs. 165/01, previo suo assenso; Accertamento in ogni caso dell’annullabilità/inefficacia di ogni clausola/con­dizione inserita nella “Convenzione tra i comuni di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza, Traversetelo, e l’Unione Pedemontana Parmense per [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social